Lombardia Beni Culturali
21

Carta venditionis

1112 gennaio, Perlana.

Ossuccio, figlio del fu Tedaldo, di Ossuccio dell'Isola Comacina, professante legge romana, dichiara di avere ricevuto da Ingo, figlio del fu Bono, di Stabio, in qualità di messo dei fratelli Guffredo e Uberto, di Perlana, cinquanta soldi di denaro, quale prezzo della vendita di un appezzamento sito in Garzola.

Originale, BAMi, Pergamene, n. 1381 [A]. Trascrizione: Bonomi, Diplomatum, BBMi, AE.XV.33, n. 21, pp. 62-63. Regesti: Ferrario, Sommario cronologico, c. 441v; Bonomi, Synopsis cronologica, BBMi, AE.XV.33, c. 394r; Ceruti, BAMi, I 145 suss., n. 5, cc. 5v-6r; Bianchi, Inventario, BAMi, K 202 suss., n. 1381, e nella relativa scheda mobile dell'ordinamento cronologico.
Nel margine superiore sinistro del recto segnatura, pure di mano del Bianchi, che rimanda all'Inventario: "1381".
Nel verso, annotazione di epoca medievale: "De Garzola". Inoltre: segnatura di fase C: "V, 12"; regesto Ferrario. Infine: segnatura Bonomi, accompagnata da indicazione dell'anno: "21 .MCXII."; segnatura Ceruti in pastello rosso: "5".
Regesto: MONNERET DE VILLARD, L'Isola Comacina, n. 132, p. 196.


La pergamena (mm 177/160 x 136) presenta rosicature lungo il margini laterale sinistro e quello superiore, interessando talora la scrittura; si rileva inoltre la presenza sparsa di lievi macchie scure, che tuttavia non compromettono la lettura del dettato.

(SN) Anno ab in[carnacione] d(omi)ni nostri Iesu Christi milleximo centeximo duode(cim)o, m(en)se | genuarii, indic(ione) quinta. Constat me Usucium, filiu(m) quondam Tedaldi, de Usucio sita | Insula, qui profesum sum (a) vivere lege Romana, accepise sicuti et in presencia testium mani|festo sum q(uod) accepi a te Ingo, filio quondam Bononi, de Stabio, miso Guffredi et Uberti de Perla|na, argenti denarios bonos sol(idos) quinquaginta, finito precio, sicut inter nos convenit, | [nominati]ve de una pecia de terra iuris mei quas habere visus sum in loco Garzola; c(oeret) ei: de un[a] | [parte] Granua (b) de Perlana, de alia parte heredes Utonis, de tercia parte Sancti Abundii, a quarta parte heredes | [O]bizonis Buseca; et est ipsa terra superius dicta, sicut potest invenire per suprascriptas coerencias c(on)|fine et accesione sua, inintegrum, ab ac die tibi cui supra Ingo, miso suprascriptorum germanorum (c), pro suprascripto precio vendo, | trado et mancipo, et facias exinde a presenti die tu et cui tu dederis tuisque heredibus, iu|re proprietario nomine, quicquic volueris, sine omni mea et heredum meorum contradic(ione). Quidem et|spondeo atque promitto me ego qui supra Usucius, unacum meis heredibus, tibi cui supra Ingo tu|[is]que heredibus seu cui tu dederis suprascriptam vendicionem, qualiter superius legitur, inintegrum, ab omni homine de|fensare promitto; quic si defendere non potuero, aut si contra anc car(tam) vindicionis agere | aut causare presumserimus, in duplum tibi suprascriptam vendic(ionem) restituo (d), sicut pro tempore fuerit | aut valuerit sub estimacione (e) in eodem loco; et nec licead me ullo tempore nolle | quod volui, s(et) q(uod) a me ic semel factum vel conscriptum est sub iusiurandum inviolabi|liter conservare promitto cum stipulacione subniza. Actum in Perlana, ante domum suprascriptorum germanorum (f). |
Signum † manus suprascripti Usucii qui anc cartam vindic(ioni)s ut supra fieri rogavit et ab eo relecta [est] (g). |
Signum † † † manibus Carezoni et Viviani seu Alberti, lege viventium Roman[a], testium (h). |
(SN) Oldefredus notarius sacri palacii (i) scripsit, post traditam c(om)plevit et dedit (j).

(a) A p(ro)fusu(m).
(b) Non è esclusa la lettura Granna.
(c) In A gernu(m), qui e in seguito.
(d) -u- corr. da a; su -o segno abbr. privo di significato.
(e) A estimacone.
(f) s(upra)s(crip)tor(um) gernu(m) add. nel sottolineo.
(g) -ta [est] nel sottolineo con segno d'inclusione.
(h) testium nel sottolineo.
(i) A sacri palacii segue scri palacii, con scri, incipit corretto per il successivo scripsit, che dà vita ad una erronea ripetizione.
(j) -plevit et dedit nel sottolineo.

Edizione a cura di Rita Pezzola
Codifica a cura di Rita Pezzola

Informazioni sul sito | Contatti
Sito valido XHTML | CSS