Lombardia Beni Culturali
27

Cartula comutationis

1136 giugno, Bulgari.

Bertramo, detto Bonacausa, di Bulgaro Grasso, dà al chierico Giovanni, pure di Bulgaro Grasso, converso del monastero di San Giovanni di Vertemate, un prato sito a Bulgari, nel luogo ove dicesi prato de Campario, ricevendo in cambio dal sopradetto chierico e converso un campo sito nella medesima località, nel luogo ove dicesi costa de Ronci.

Originale, BAMi, Pergamene, n. 1391 [A]. Trascrizione: Bonomi, Diplomatum, BBMi, AE.XV.33, pp. 74-76. Regesti: Ferrario, Sommario cronologico, c. 442r; Bonomi, Synopsis cronologica, BBMi, AE.XV.33, c. 394v; Ceruti, BAMi, I 145 suss., n. 15, cc. 6v-7r; Bianchi, Inventario, BAMi, K 202 suss., n. 1391, e nella relativa scheda mobile dell'ordinamento cronologico.
Nel margine superiore sinistro del recto segnatura, pure di mano del Bianchi, che rimanda all'Inventario: "1391".
Nel verso, di epoca medievale: "Car(ta) comutatio(n)is d(e) Bolgari facta int(er) B(er)tra(m) et Ioh(enne)m clericu(m)". Inoltre: segnatura di fase C: "V, n. 14"; regesto Ferrario. Infine: segnatura Bonomi, accompagnata da indicazione dell'anno: "27 .MCXXXVI."; segnatura Ceruti in pastello rosso: "15".
Trascrizione: LOI, Per una ricostruzione, pp. 174-176 (da Bonomi).
Cf. PORTER, Lombard architecture, vol. 2, p. 85; DONA', La storica abbazia di Vertemate, p. 20; LOI, Per una ricostruzione, p. 58, pp. 145-146; BONAVITA, Vertemate con Minoprio, p. 12, nota 25.

La pergamena (mm 228/208 x 178/174) presenta estese rosicature nella parte sinistra, con significativa mutilazione del dettato. Si rileva la presenza di lievi macchie sparse.
Rigatura a punta secca.
Manufirmatio fittizia, con numero di croci non corrispondente al numero dei testimoni.
Gislanzio, notarius sacri palacii, incorre frequentemente in incertezze e oscillazioni nell'uso dei segni abbreviativi.

[(SN)] Anni domini mill(esimo) centesimo tricesimo sesto, mense iunii, indic(ione) quartadecima. Comutacio | bone fidei nos(ci)t(ur) (a) esse contractum ut vicem emptionis (b) vendicionis obtineant (c) firmitatem (d) eodemque nexu | [obli]gant contraentes. Placuit atque bona convenit voluntatem int(er) Bertra(mum), fil(ium) *********, q(ui) dicitur Bonacausa, de loco | [Bul]gari Grasus (e), nec non inter Iohannem clericum, de predicto Bulgari, conversus pro amore Dei a monasterio Sancti Iohannis de | [Ver]temato (1), eo tenore, qualiter superius legitur hic: ita ut a presenti die et ora ipse Bertra(m) tradavit et mancipavit seu | [in pot]estatem predicto Iohanni confirmavit ide(st) pratum peciam unam iuris sui q(uod) habere viso sunt in suprascripto loco et fundo | [Bul]gari et in eius territorio, reiacet ad locum ubi dicitur pratus de Ca(m)pario; et est ei: a mane Iohannis, et a meridie et a sera via, et quantum | [in]fra ipsas coherentias inveniri potuerint omnia ex omnibus (f), inintegrum. Et ipse Iohannes tradidit et mancipavit seu in potestate (g) suprascripto | [Bertramo con]f[ir]mavit idest campum unum in suprascripto loco, et iacet ad locum ubi dicitur costa de Ronci (h); a mane Bertra(m), a meridie Azonis (i), a ser(a) heredes Gu|[i]fredi (j), omnia ex omnibus, quantum inveniri potuerint infra ipsas coherencias (k) seu cum superioribus et inferioribus (l) seu cum finibus et accesionibus suis, | [inintegrum], et ut facias exinde quicquid voluerint ipse Iohannes et sui succesores (m) aut cui dederint, iure proprietario nomine, et predictus Bertra(m) (n) facias | [exin]de et suis heredibus aut cui dederint libellario nomine quicquid voluerint, sine ipsi cummutatores suorumque heredum vel suis (o) heredibus et succesoribus con|[trad]ic(ione). Quidem sponderunt atque promiserunt se ipsi cummutatores pars parti, una cum eorum succesores, si u(n)quam in tempore una | [pars vel] altera aut contra suo heredes seu contra cui ipsi dederint suprascriptis omnibus rebus, sicut superius legitur, inintegrum, exinde agere aut causari | [presum]pserint pars parti, vel si ab unum o(m)i(n)e non defensaverint, tunc in duplum pars parti suprascriptis omnibus rebus restituant, sicut pro tempore fuerint aut | [val]uerint sub estimacionem in eodem loco, quia sic inter eos convenit. Actum suprascripto loco Bulgari. |
Signum † man(us) suprascripti Bertra(m) qui hanc car(tu)l(am) comutacionis ut super fieri rogavit. |
Signum † man(uum) Vuidonis, Iohannis, Viviani, Ugonis, Adami, Petri testes. |
[(SN)] Ego Gislanthius notarius sacri (p) palacii scripsi et interfui.

(a) In A nosit con segno abbr. (tratto orizzontale) su -o-.
(b) -s su rasura.
(c) In A obtinea(n)t, corr. da parola cassata mediante spandimento volontario dell'inchiostro, poi parzialmente erasa.
(d) In A frmitate(m).
(e) In A Grasu(us), con segno abbr. per -us su u, qui e in seguito.
(f) A onib(us), qui e in seguito.
(g) In A poteste.
(h) In A Roci con segno abbr. su -o- per la nasale (tratto orizzontale), add. post. con diverso inchiostro (probabilmente da mano diversa).
(i) A Azons.
(j) Non si esclude la lettura Gu[n]fredi o Gu[ni]fredi.
(k) In A cohrencias.
(l) In A superib(us) et i(n)ferib(us).
(m) sui succesores su rasura, con sui corr. da precedente seu e con et add. successivamente.
(n) Seguono due lettere cassate mediante spandimento volontario dell'inchiostro.
(o) h(e)r(e)dum v(e)l suis add. nell'interlineo con segno d'inclusione.
(p) A sacari.

(1) Sul monastero maschile di San Giovanni Battista di Vertemate, fondazione dell'ordine cluniacense, cf. in particolare: VIOLANTE, Per una riconsiderazione della presenza cluniacense in Lombardia, p. 625; LONGATTI-XERES, Fondazioni monastiche in diocesi di Como, p. 75; SPINELLI, Gerardo della Charité e Gerardo di Vertemate, p. 531 e sgg.; PIVA, Architettura monastica nell'Italia del Nord, p. 68; ma soprattutto il recente BONAVITA, L'abbazia di San Giovanni, pp. 9-57 (pp. 9-12).

Edizione a cura di Rita Pezzola
Codifica a cura di Rita Pezzola

Informazioni sul sito | Contatti
Sito valido XHTML | CSS