Lombardia Beni Culturali
39

Breve promissionis

1154 febbraio 1, Castello dell'Isola Comacina.

Peregrino, detto de Perlana, promette ad Anselmo, abate del monastero di Morimondo, edificato in pieve di Lenno, di non avanzare alcuna pretesa, per terre e diritti, sui mansi di Magalino e di Livronego, che già suddetto monastero acquistò al prezzo di tre lire dal sopraddetto Peregrino, il quale si impegna a pagare quaranta soldi di denaro se contravverrà a questa promessa.

Originale, BAMi, Pergamene, n. 1410 [A]. Trascrizione: Bonomi, Diplomatum, BBMi, AE.XV.33, n. 40, cc. 106r-106v. Regesti: Ferrario, Sommario cronologico, c. 445r (con "G" nel margine); Anonimo cisterciense, Spicileggio, BBMi, Morbio, 30, vol. VII, sub 6, c. 8v; Bonomi, Synopsis cronologica, BBMi, AE.XV.33, c. 397v; Ceruti, BAMi, I 145 suss., n. 34, cc. 8v-9r; Bianchi, Inventario, BAMi, K 202 suss., n. 1410, e nella relativa scheda mobile dell'ordinamento cronologico. Nota di repertorio: Bianchi, BAMi, K 212 suss., p. 202 (alla voce "Monastero di Acquafredda").
Nel margine superiore sinistro del recto segnatura, pure di mano del Bianchi, che rimanda all'Inventario: "1410".
Nel verso, di epoca medievale, coeva alla redazione del documento, come pare, e leggibile solo con l'ausilio della lampada di Wood: "Morimu(n)do"; pure di epoca medievale, probabilmente riferibile alla fase A: "Car(ta) d(e) Magalino (Magalino add. da diversa mano medievale su altro toponimo ill.) facta a Pelegrino d(e) P(er)lana et similit(er) [..]". Inoltre: segnatura di fase C: "B, n. 8"; regesto Ferrario. Infine: segnatura Bonomi, accompagnata da indicazione dell'anno: "40. MCLIV."; segnatura Ceruti in pastello rosso: "34".
Regesto: MONNERET DE VILLARD, L'Isola Comacina, n. 188, p. 211.
Cf. GRILLO, L'abbazia cistercense, p. 140, p. 145, ora anche in IDEM, La costruzione di un rapporto, p. 55, p. 59 (ma in data 10 febbraio).

La pergamena (mm 167/159 x 175/170) presenta sensibili lacerazioni in corrispondenza delle antiche piegature, oltre ad estese macchie sparse.

(SN) Anno ab incar(nacione) domini nostri Iesu Christi mill(esimo) cent(esimo) quinquag(esimo) quarto, kall(endas) | februarii, indic(ione) s(e)c(un)da. Tibi domino Anselmo, abati monasterio (a) de Morimondo, | constructi in teritorio plebis de Lenno, ego in Dei Peregrinus, qui vocor de Perla|na, promitto et spondeo quod deinceps ullo u(n)qua(m) in tempore non liceat m(ih)i nec | meis heredibus agere vel causari et contra iamdictum monasterium, nominative de omnibus | rebus (b) et iure quod habeo et m(ih)i aliquo modo pertinet in maso (c) de Magalino, set | deinceps omni tempore faciat, pars suprascripti monasteri (d), de hoc quod m(ih)i pertinet (e) aliquo modo | de suprascripto maso quicquid voluerit, ad partem et utilitatem suprascripti monasteri, sine mea heredum|que meorum contradictione. Et similiter concedo vobis iamdicto domino Anselmo abati, | ad partem suprascripti monasteri, ut habeat suprascriptum monasterium omne ius illut quod habeo | et m(ih)i aliquo modo pertinet in (f) maso de Livronego, scilicet in illa parte de ipso maso, | que est suprascripti monasteri, quam vos (g) acquisistis, et manifestum est m(ih)i accepisse propter hoc, | ex parte (h) monasteri, denaliorum (i) libras tres. Et promitto guarentare, ad partem suprascripti mo|nasteri, suprascriptum ius meum. Quod si guarentare non potuero, quadraginta solidos | denariorum suprascripto monasterio restituere debeo, sic enim convenimus. Actum est | (j) hoc castro Insula, et suprascripte tres libre sunt de illis centum libris que debunt dari in terram (k). |
Signum † manus suprascripti Peregrini qui hoc breve fieri rogavit ut supra. |
Interfuerunt testes Forzanus, Arnaldus, Ioh(ann)esbonus et Rogerius omnes rogati. |
(SN) Ego Guilielmus notarius et iudex interfui et hoc breve | scripsi.

(a) In A -o corr. da -i, ma non è esclusa la correzione inversa.
(b) Segue reb erroneamente ripetuto e depennato.
(c) Così A, qui e in seguito.
(d) Così A, qui e in seguito.
(e) In A p(er)tn(et).
(f) In A i privo di segno abbr. per la nasale.
(g) v- su volontario spandimento dell'inchiostro parzialmente eraso, come pare.
(h) m(ih)i - hoc su rasura; hoc | ex par(te) add. nell'interlineo.
(i) Così A.
(j) Segue est erroneamente ripetuto.
(k) i(n) t(er)ra(m) nel sottolineo con linea d'inclusione.

Edizione a cura di Rita Pezzola
Codifica a cura di Rita Pezzola

Informazioni sul sito | Contatti
Sito valido XHTML | CSS