Lombardia Beni Culturali
55

Carta venditionis

1168 aprile 28 - maggio, Chiavenna.

Guiberto de Broilo, di Nesso, e sua moglie Aibellina, figlia di Azone Pistoris, dichiarano di avere ricevuto da Vidale Murcia, dell'Isola Comacina, agente a nome del monastero di Santa Maria dell'Acquafredda, quattordici soldi di denari d'argento di Milano, quale prezzo della vendita di un appezzamento di proprietΰ di Aibellina per via di ereditΰ, sito ove nasce la sorgente di Acquafredda.

Originale, BAMi, Pergamene, n. 1425 [A]. Trascrizione: Bonomi, Diplomatum, BBMi, AE.XV.33, n. 56, cc. 120r-121r. Regesti: Bonomi, Synopsis cronologica, BBMi, AE.XV.33, c. 400r; Ceruti, BAMi, I 145 suss., n. 48, cc. 10v-11r; Bianchi, Inventario, BAMi, K 202 suss., n. 1425, e nella relativa scheda mobile dell'ordinamento cronologico (manca il regesto del Ferrario). Nota di repertorio: Bianchi, BAMi, K 212 suss., p. 202 (alla voce "Monastero di Acquafredda").
Nel margine superiore sinistro del recto segnatura, pure di mano del Bianchi, che rimanda all'Inventario: "1425".
Nel verso, di epoca medievale, di fase A: "[.......]o de Broilo de Nesci | [......... Aquafr]igide". Inoltre: segnatura di fase C: "B, n. 16"; regesto Ferrario. Infine: segnatura Bonomi, accompagnata da indicazione dell'anno: 56 .MCLXVIII.; segnatura Ceruti in pastello rosso: 48.



La pergamena (mm 157/127 x 206/190) si presenta mutila nella parte sinistra e in prossimitΰ dell'attuale estremo sinistro, per tutta la lunghezza, si riscontrano strappi, dilavatura dell'inchiostro e scurimento del supporto (determinati da bruciatura, come pare, analogamente al doc. n. 54). Si rilevano inoltre modeste lacerazioni in corrispondenza delle antiche piegature.
Tracce di rigatura a punta secca.

[(S) Anno dominice incarnacionis millesimo] c(e)nt(esimo) sexag(esim)o octavo, quarto k(a)l(end)as madii, indic(ione) p(r)ima. Constat nos Gui|[bertus de Broilo, de lo]co Nexi, et Aibellina, iugal(es), et filia Azonis Pistoris, set habitare videmus | [………, mihi suprascripte] Aibelle suprascripto Guiberto (a) viro meo consenciente et ego renunciando omni excep|[tioni … iure co]nsulti Veleiani (1) in hac vendic(ione), qui lege vivimus Romana, accepisse sicuti | [et in presentia testium manife]sti sumus quod accepimus a te dopno (b) Arnoldo, abate monasteri (c) Sancte Marie | [de Aquafrigida, et a te] Vidalem Murciam, de Insula, ad partem et utilitatem suprascripti monasteri Sancte Ma|[rie, argenti denariorum bonorum Medi]ol(anensium) sol(idos) quattuordecim, finito precio, sicut inter nos convenit, nominative | [pro una petia ter]re iuris nostri, quam habere visi sumus, ex parte matris vel patris mee suprascripte Ai|[belline ………………per]tinere potest (d) in prescripta pecia terre vel per successionem emendi alie due par|[tes ……………… ubi nascitur] fons Aquefrigide; est ei: a mane tam nostre parti (e) quam aliis duabus par|[tibus, a monte ex] parte via et ex parte iamdicti monasterii, a s(ero) via, ab aquilone suprascripti | [………………………] ad iamdictam venditam pertinentibus, cum superiori et inferiori seu cu(m)fine | [et accessionibus suis, sicut] superius legitur, presenti die vendimus et tradimus et mancipamus tibi prenomina|[to Arnoldo abate, ut fa]cias exinde tu et tui successores, ad partem et utilitatem (f) suprascripti monasterii, | [....... ........] quicquid volueritis, sine omni nostra et heredum nostrorum contradic(ione). Insuper etiam nos suprascripti iugal(es), una | [cum nostris successoribus, promittimus tibi] emptori et tuis successoribus et cui vos dederitis suprascriptam venditam pro suprascripto precio defende|[re ……… et g]uarentare omni die et ab omni homine, usque in pena dupli | [………………]. Actum burgo Clavenne.
In (g) presencia Rossonis de Lalio et Lanfranci de Grasa et Fro|[………………]o die kalendas iunii, iuraverunt suprascripti iugal(es) venditores ad santa Dei Evangelia hanc cartam semper ratam et firmam tenere (h). |
[Signum † † manuum suprascriptorum iugalium qui] anc car(tam) fieri rogaverunt ut supra. |
[Signum † † manus suprascripti Azoni,] qui eidem Aibel[li]ne filie sue consenxit et hanc cartam fieri voluit. |
[Signum † † manuum ........ Mar]tinus et Gregorius, fil(ius) Obizonis, de Molfracto, et Ambroxius de Nexi. |
[(S) …………… iud]ex imperatoris hanc cartam tradidi ac scripsi.

(a) Guib(er) su rasura, nel sopralineo si nota una precedente correzione a sua volta erasa.
(b) Cosμ A.
(c) Cosμ A, anche in seguito, alternato a monasterii.
(d) potest seguito da -e principiata ed espunta.
(e) In parti, nel sopralineo su -i, segno abbr. per us parzialmente eraso.
(f) La seconda -t- corr. da lettera principiata, come pare.
(g) In θ preceduto da un segno di separazione, tipo segno di paragrafo.
(h) atam - tenere add. nel sottolineo, ma senza linea o segno d'inclusione.

(1) Cf. Cod. Iust. 4.29; Dig. 16.1.

Edizione a cura di Rita Pezzola
Codifica a cura di Rita Pezzola

Informazioni sul sito | Contatti
Sito valido XHTML | CSS