Lombardia Beni Culturali
96

Carta securitatis

1186 febbraio 4, Chiavenna.

Mabile, figlia del fu Guidone de Castello, dell'Isola Comacina, e suo marito Antigacio, i quali secondo le confessioni dei parenti risultano avere la maggiore età, avendo rispettivamente almeno 21 e 25 anni, giurano a Ogerio, priore del monastero di Santa Maria di Acquafredda, obbligando tutti i loro beni presenti e futuri, di mantenere ferma e ratificata la vendita - per il prezzo complessivo di quaranta lire - di tutti i beni della donna siti nel mezzo del manso di Sorlena, che fu compiuta da Vidale Ongius, zio paterno e tutore della sopradetta Mabile.

Originale, BAMi, Pergamene, n. 1465 [A]. Trascrizione: Bonomi, Diplomatum, BBMi, AE.XV.33, n. 99, pp. 200-201. Regesti: Ferrario, Sommario cronologico, c. 449r; Bonomi, Synopsis cronologica, BBMi, AE.XV.33, c. 405r; Ceruti, BAMi, I 145 suss., n. 84, cc. 15v-16r; Bianchi, Inventario, BAMi, K 202 suss., n. 1465, e nella relativa scheda mobile dell'ordinamento cronologico, Nota di repertorio: Bianchi, BAMi, K 212 suss., p. 202 (alla voce "Monastero di Acquafredda").
Nel margine superiore sinistro del recto segnatura, pure di mano del Bianchi, che rimanda all'Inventario: "1465".
Nel verso, la presenza di tessuto grezzo incollato, quale antico intervento di restauro, impedisce la lettura delle note dorsali su circa metà del supporto. Sono visibili: segnatura di fase C: "B, n. 24"; regesto Ferrario, leggibile solo con l'ausilio della luce di Wood. Infine: segnatura Bonomi, accompagnata da indicazione dell'anno: "99 .MCLXXXVI."; segnatura Ceruti in pastello rosso: "84".



La pergamena (mm 170/166 x 113/110), in pessimo stato di conservazione, presenta profonde lacerazioni in corrispondenza delle antiche piegature, accompagnate da strappi, sì che in epoca imprecisabile nella parte sinistra del dorso fu incollato un rettangolo di tela grezza (mm 100/50 x 87/40). Inoltre, si rileva che sono assai numerosi i punti di abrasione accidentale e le aree di dilavatura dell'inchiostro. Infine, sono diffuse su tutto il supporto lievi macchie, date da umidità.

(S) Anno dominice incarnationis mill(eximo) centex(imo) oc[tua]g(eximo) .VI., quarto die intrante februario, ind(icione) .IIII. . Mabilis, | filia quondam Guidonis de Castello, de Insula, presente et [cola]udante et confirmante Antigacio marito suo et confessan|t[ibus pare]ntibus suprascripte Mabilis [ip]sam habere .XXI. annum (a) vel pl[uri], et confessantibus etiam parentibus suprascripti Antigaci ipsum inple[vi]s[se] | leg[i]pti[mam] etatem .XXV. annorum, dederunt guadiam et omnia sua bona que habent vel habituri sunt pignori obligaverunt [….] | [……] Ogerio, priori scilicet monasterii Sancte Marie [de Aquafri]gida, a parte suprascripti monasterii, [confirmantes] suprascripti | iugales, Antigacius scilicet et Mabilis, cum suis heredibus, ab hac hora in antea erunt taciti et c[ontenti] permanebunt | supra vendicionem illam quam fecit Vidalis Ongius, patr[uu]s scilicet et tutor suprascripte Mabilis, suprascripto mon[as]terio de Aqua|frigida, nominative de tota illa terra vel de omni eo quod pertinebat suprascripte Mabili in medio manso de Sorlena et pro eodem precio quod | inde receptum et venditum est, scilicet quadraginta libris. Item suprascripta Mabilis, per s[e] et per parabolam [suprascripti] Antigaci mariti, | iuravit ad sancta Dei Evangelia quod ipsi, nec per se nec per suos heredes nec per aliquam a se submissam pers[onam], per ullam occasio|nem vel per ullum ingenium amplius non causabunt vel per placitum fatigabunt vel inquietabunt [u]ll[o mod]o [………] | ea vendicione, inintegrum, contra suprascriptum Rugerium vel contra suos successores, a parte suprascripti monasterii, sed ratam et fi[rmam] | omni tempore suprascriptam vendicionem tenebunt; et si per aliquam occasionem, ut supra legitur, suprascriptum monasterium fatigare presumpserit [pro] | suprascripta vendicione, quod ei in duplum suprascriptam vendicionem restituent. Tali tamen tenore hanc cartam securitatis fecerunt | suprascripti iugales: ut nulla alia carta suprascripto monasterio antefacta (b) possit nocere suprascriptis iugalibus vel eorum heredi|bus vel alicui eorum amico vel parenti, quia sic inter eos convenit. Actum Clavene. |
Predicti iugales hanc cartam fieri rogaverunt ut supra. |
Ibi fuerunt Guilielmus de Varena et Petrus Gambalonga et Guilielmus de [.]o[.]p[.]ne et Lanf[ranc]us […….] et Albicinus frater Salicis de Bruga testes rogati (c). |
(S) Ego Laurentius iudex ac missus domini Federici i(m)peratoris hanc cartam tradidi et scripsi.

(a) Così A.
(b) antefacta da antefactus, con segno abbr. per us né cassato né eraso e aggiunta di -a.
(c) et Albicinus - rogati nel sottolineo con linea d'inclusione.

Edizione a cura di Rita Pezzola
Codifica a cura di Rita Pezzola

Informazioni sul sito | Contatti
Sito valido XHTML | CSS